Vento d’estate

Turismo

Runners, tantissimi in bicicletta o con il kitesurf. Famiglie intere passeggiando, amici che si scambiano idee, qualcuno che si diverte con il cane e coppie che impreziosiscono il loro giro con la vista del mare.
A qualsiasi ora della giornata dalle prime ore del mattino fino al tardo pomeriggio il lungomare della litoranea di ponente è un andirivieni continuo di gente.
E’ piacevole trascorrere del tempo lungo questo tratto della costa barlettana e in questi giorni caldi, di primavera, c’è qualcuno che anticipa l’estate mettendosi in costume o bikini per la prima tintarella e per il primo bagno.

Non solo. C’è chi da tempo ha cominciato a lavorare per rendere l’ estate più comoda e divertente. Infatti molti stabilimenti balneari si stanno preparando per affrontare la pesante stagione di lavoro che però li vede coinvolti come protagonisti.

Uno degli imprenditori ci spiega che il lavoro di preparazione alla stagione, è molto faticoso. Riorganizzare il “lido” dopo l’inverno è un lavoro che dovrebbe iniziare prima della stagione primaverile, però molto spesso non si parte fino agli inizi di aprile.
I lavori di manutenzione sono quelli che richiedono più tempo. Infatti l’effetto corrosivo del mare e dei venti obbliga a manutenzioni ordinarie e straordinarie. Ogni anno bisogna rimuovere o sistemare le attrezzature che hanno subito dei danni; pulire a fondo la spiaggia eliminando la sporcizia che si accumula nel periodo invernale. Ma non solo, c’è anche la lotta con le istituzioni per i permessi e da non trascurare sono tutti i servizi connessi che spesso è difficile trovare affidandosi a imprese esterne come nel caso dell’animazione.
L’esito della stagione per uno stabilimento balneare dipende da molteplici fattori e dalla qualità del lavoro fatto a priori. Però senza dubbio ci sarà bisogno dell’ingrediente principale: tanto tanto sole.

..aspettando l’estate con impazienza



Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.