Gli Ecomusei di Puglia: 2° meeting regionale a Barletta

Meeting


Sabato 20 luglio, nella sala rossa del Castello di Barletta, si è tenuto il 2° Meeting Regionale degli Ecomusei dal titolo “La rete degli ecomusei pugliesi” organizzato dall’associazione “Barletta si fa in quattro”. Il focus del meeting è quello di proseguire nel percorso di istituzione della rete ecomuseale pugliese alla luce della legge regionale 15/2011 e del relativo regolamento, di cui la Regione Puglia si è dotata e che definisce i requisiti e la procedura per il riconoscimento di “ecomusei di interesse regionale”.

Il secondo incontro, dopo quello tenutosi l’8 giugno a Monopoli, è stato organizzato nella nostra città perché, più che altro, si è concentrato sulla discussione dell’istituzione degli ecomusei locali di Canne della Battaglia e di Ariscianne che rappresentano grandi realtà storiche e culturali del nostro territorio.

canne-della-battaglia-ecomusei

Cos’è un ecomuseo?

Un ecomuseo è un territorio caratterizzato da ambienti di vita tradizionali, patrimonio naturalistico e storico-artistico particolarmente rilevanti e degni di tutela, restauro e valorizzazione. A differenza del museo tradizionale, nell’ecomuseo non si trovano solo oggetti ma anche paesaggi, architettura, testimonianze orali della tradizione, ecc… Un ecomuseo non sottrae beni culturali ai luoghi dove sono stati creati, ma si propone come uno strumento di riappropriazione del proprio patrimonio culturale da parte della collettività.

Sviluppo della cultura, riscoperta della storia e tutela dell’ambiente sono, dunque, gli obiettivi del progetto di cui si è ampiamente discusso a Barletta sabato e che riguarda l’intera rete degli ecomusei di Puglia. Il potenziamento delle infrastrutture e l’organizzazione di iniziative saranno il primo passo da compiere per la valorizzazione del territorio. Inoltre la collaborazione, l’interazione e il contatto tra i vari siti pugliesi potrà favorire la condivisione di idee e la realizzazione di progetti comuni.

La storia è testimone dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita, nunzia dell’antichità
scriveva Cicerone per questo dobbiamo conservarla e divulgarla al meglio.

Commenti

commenti