Sabato 7 Settembre Barletta si tinge di rosa per dire no alla violenza sulle donne

Iniziative

Un’intera giornata tutta pensata e programmata per essere dedicata alla donna si terrà il 7 settembre a Barletta. Così il prossimo sabato la nostra città diventa completamente rosa, grazie all’unione delle forze di diverse associazioni presenti sul territorio cittadino. L’evento, infatti, è il risultato dell’impegno prestato da Se non ora, quando? Barletta, Osservatorio Giulia e Rossella Centro antiviolenza onlus, Conferenza Donne Democratiche Barletta, Associazione Genitori, Centro per la famiglia, Coordinamento Genitori Democratici onlus, La Caramella Buona onlus contro la pedofilia ed ha come obiettivo la promozione delle idee, dei progetti e delle doti di ogni donna.

Le voci femminili si elevano in coro e diventano urla che si oppongono alla discriminazione di genere e che educano pacificamente all’uguaglianza, promulgando i principi delle pari opportunità. Tantissime donne provenienti da variegati ambiti, istituzionali, lavorativi, artistici e molti altri, scenderanno in piazza per riflettere insieme su temi rilevanti ed attuali che riguardano ognuno di noi.

notte-in-rosa-barletta

Numerose sono le proposte in programma che interesseranno l’intera città sin dal mattino.
Alle ore 10,00 le volontarie dell’associazione Se non ora quando? gireranno per le vie di Barletta con l’intento di sensibilizzare i cittadini contro la violenza sulle donne. Laddove compaiono i cartelli e le insegne riportanti i nomi delle strade o delle piazze saranno affissi i nomi delle tantissime donne che sono state vittima di femminicidio.
Per femminicidio si intende l’omicidio di una donna basato sul genere che purtroppo sta divenendo un fenomeno diffusissimo e ordinario. Con quest’iniziativa si vuol tenere viva la memoria di quelle donne uccise e si vuol cercare di dire no alla violenza e al possesso da parte dell’uomo sulla donna.

Più tardi, alle 11,30, presso il mercato comunale, luogo frequentatissimo di sabato mattina, si assisterà ad un interessante flash mob che verterà sul tema del rispetto della donna e della parità di genere. Improvvisamente diverse persone si raggrupperanno e cominceranno a ballare dando vita ad un’esperienza divertente e, allo stesso tempo, formativa per la serietà del tema su cui si basa. Lo stesso flash mob sarà più volte proposto in diversi luoghi e a diversi orari coinvolgendo un pubblico sempre più vasto.

Nel pomeriggio, alle ore 17,00, nei giardini del castello è prevista una lezione di yoga e meditazione a cui potrà partecipare chiunque fosse interessato. Lo yoga è una disciplina rilassante, che libera la mente dallo stress quotidiano e che aiuta a condurre una vita serena. La Dottoressa Maia Cavalluzzi, in questo incontro, cercherà di farci comprendere l’importanza della pratica yogica che ha tra le regole fondamentali la Ahimsâ, ossia la non violenza.
Dopo la lezione di yoga si formerà un grande mandala, un cerchio collettivo in cui ogni donna esprimerà le proprie idee, le emozioni e le sensazioni che prova, scrivendole su un foglietto e applicandole su un grande lenzuolo bianco in segno di condivisione e di unione con le altre donne presenti.

Dalle ore 18,00 anche i più piccoli diventano i protagonisti della Notte Rosa. Sempre all’interno dei giardini del castello saranno organizzati laboratori e giochi organizzati da artisti ed insegnanti che intratterranno i bambini presenti.
Contemporaneamente altri ragazzi, allievi della scuola di pittura di Giacomo Borgiac, creeranno disegni e dipinti che avranno come oggetto la donna.
Inoltre, saranno allestiti alcuni stand in cui si intende mettere in evidenza le capacità creative e lavorative delle donne. In uno di questi, Sweet Angel ci mostrerà come anche una torta può diventare un’opera d’arte attraverso una delle pratiche più amate al momento, il cake design. In un altro stand, alcune donne straniere che vivono a Barletta, metteranno in mostra le loro abilità creando treccine per capelli o realizzando oggetti attraverso la lavorazione della paglia. L’idea intende toccare un altro tema scottante e attuale che riguarda l’emarginazione degli immigrati che abitano nelle nostre città.

locandina-notte-in-rosa-barlettaAltre iniziative bollono in pentola!

Sabato sarà una giornata non solo dedicata alla donna ma anche all’arte praticata dalle donne che viene espressa in diverse forme. Infatti alle ore 19,00 ci sarà uno spazio dedicato anche alla danza in cui le allieve della scuola barlettana “Il palcoscenico” interpreteranno il celebre balletto di Sergej Djaghilev su musica di Igor Stravinskij, la “Sagra della Primavera”.

In serata, a partire dalle ore 20,00, è in programma un interessante incontro in cui interverranno diverse personalità competenti in fatto di abuso e violenza sulle donne. “Lo stato delle donne – violenza, parità e diritti” è il titolo e insieme il focus di discussione della tavola rotonda che si incentra su diverse tematiche concernenti la donna, la parità di genere, la difesa, l’assistenza in caso di bisogno e tanti altri argomenti che saranno affrontati nel corso della serata coinvolgendo tutti coloro che vi vogliano partecipare. Durante il confronto, per rendere ancora più efficace il messaggio di stop alla violenza, l’attrice barlettana Michela Diviccaro interpreterà alcuni testi tratti dal suo spettacolo “Storie di donne ed anche la mia” ed altri scritti della poetessa barlettana Teodora Mastrototaro. Ancora un momento artistico e formativo è previsto con la proiezione di significativo video che riprende il tema dell’aggressione e della violenza sul genere femminile, creato dalla giovane e promettente artista e fotografa barlettana Mirella Catapano, le cui opere fotografiche saranno esposte presso l’esercizio commerciale Uno più Uno uguale Tre, sito in C.so Garibaldi.

Più tardi, un altro interessante appuntamento artistico ci porta a scoprire Nicky Persico, un brillante avvocato ed autore che da anni si occupa di violenza sulle donne e che proprio a questo argomento ha dedicato un suo racconto intitolato “Teresa Dondolava”, da cui è stato tratto un cortometraggio che sarà proiettato. A seguire un balletto ideato e messo in pratica dalla scuola di danza Dance&Movements.

Ma non finisce qui! La serata prosegue con una corsa a cui parteciperanno numerose donne appassionate di sport ma non solo. Alla passeggiata, organizzata dall’associazione Barletta Sportiva, potranno parteciparvi tutte le persone interessate che hanno voglia di svago e divertimento.

Una significativa giornata dedicata alla donna e al rispetto di questa che serve per inviare un importante messaggio di sensibilizzazione e per far sì che le donne vittime di abusi trovino il coraggio per uscire dal silenzio e ribellarsi alle violenze subite.

Vi lasciamo con i video della coreografia studiata dalla scuola di ballo Furor Latino per il Flashmob contro la violenza sulle donne che avrà luogo il 7 Settembre.





Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.