Cosa fare durante il ponte di Ognissanti a Barletta

Iniziative


Si avvicina il ponte di Ognissanti e Barletta, per l’occasione, organizza un lungo fine settimana di festa e commemorazione con numerose e singolari iniziative. I cittadini che scelgono di rimanere in sede e di non concedersi qualche giorno fuori, avranno un gran da fare in città.

Venerdì 1° novembre il comune ha deciso di lasciare aperti per l’intera giornata i luoghi di cultura presenti a Barletta, per far sì che, non solo la cittadinanza, ma anche coloro che verranno da altri paesi, possano approfittare per visitare le nostre ricchezze artistiche come il Castello, e la Pinacoteca Giuseppe De Nittis, situata presso il palazzo della Marra in via Cialdini. Allungando il giro, sempre sulla stessa via, sarà possibile visitare anche la rinomata Cantina della Disfida, “l’osteria di veleno” teatro della disputa tra francesi e italiani che portò alla famosa sfida vinta dai nostri tredici cavalieri con a capo Ettore Fieramosca.

pinacoteca

“Ogn’anno, il due novembre, c’è l’usanza per i defunti andare al Cimitero. Ognuno ll’adda fà chesta crianza; ognuno adda tené chistu penziero”.

Sono passati tanti anni da quando Totò recitava questi versi introducendo ‘A livella ma l’usanza di recarsi al cimitero il 2 novembre per la commemorazione dei defunti rimane ancora viva. Tantissimi sono i barlettani che sabato andranno a trovare i propri cari scomparsi portando in omaggio dei fiori e per questo motivo alle 10,30 nella cappella sarà celebrata la messa in onore dei defunti. Alla fine della funzione solenne si andrà in corteo presso i Sacrari dei caduti italiani e slavi a porgere gli onori agli eroi morti in battaglia per difendere la propria patria.

cimitero

Anche domenica è giorno di celebrazioni a Barletta. Infatti, si è deciso di anticipare dal 4 al 3 novembre la rievocazione della Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate, per far sì che partecipi gran parte della cittadinanza. Si parte dal Castello dove alle ore 11.00 saranno adagiate delle corone di fiori alle Lapidi del Rivellino, mezz’ora dopo presso il palazzo del Comune è prevista la formazione di un corteo che silenziosamente attraverserà le vie principali del centro cittadino fino ad arrivare in piazza Caduti dove saranno offerti gli onori al Monumento dei caduti posto al centro della piazza e alla Lapide eretta quest’anno per ricordare i vigili urbani barbaramente assassinati nel 1943.

Il fine settimana, dunque, si presenta ricco di occasioni per riunire la cittadinanza e risvegliare lo spirito civico. Buone feste!

Commenti

commenti