“Ciak si gira!”, la Puglia viaggia sulle strade d’Italia

Iniziative

piccolo-cinema-itinerante

La Puglia fa il giro d’Italia in un furgoncino Volkswagen del 1969.

È l’iniziativa ideata da due giovani talenti creativi barlettani, i fratelli Alessandro e Valerio Del Re, che hanno vinto il bando Principi Attivi 2012 grazie ad un’idea alquanto originale.

Con il progetto “Ciak, si gira!”, il retro di un furgoncino hippie anni settanta, diventa una “sala cinematografica”, in cui alcuni cortometraggi racconteranno le bellezze, l’arte, i paesaggi e la cultura della nostra regione.

L’idea – afferma Alessandro – nasce dalla voglia di fondere insieme le nostre passioni, l’amore per il viaggio, per il cinema e soprattutto per la nostra terra, tentando di trasmetterne almeno un briciolo agli spettatori che incontreremo strada facendo”.

Un tour on the road che parla di Puglia e che ha come meta sette grandi centri d’Italia. Bari, Napoli, Roma, Firenze, Bologna, Milano e Torino saranno le tappe toccate dal questo singolare cinema itinerante che partirà a marzo e durerà sei mesi.

Ma la strada asfaltata non sarà l’unica battuta da questo viaggio. Infatti,l’avventura è già iniziata su internet, come dimostra la pagina facebook “Ciak si gira – piccolo cinema itinerante che, già oggi, conta 660 like. Essendo i due fratelli Del Re esperti di comunicazione, per “deformazione professionale” hanno scelto di documentare in rete, attraverso i vari social network e il sito internet il loro ambizioso progetto.

Un progetto che, in maniera semplice ed originale, promuove con orgoglio il nostro territorio e la nostra cultura a 360°.

ciak-si-gira-barletta

I cortometraggi selezionati per Ciak si Gira!

Partner dell’iniziativa è la fondazione Apulia Film Commission, che ha selezionato alcuni lavori prodotti da registi pugliesi e che hanno come oggetto proprio il tacco d’Italia.

  • Binari di Alessio Giannone
  • Danze di palloni e di coltelli di Chiara Idrusa Scrimieri
  • Di chi sei figlio di Corrado Punzi
  • Giardini di luce di Davide Pepe e Lucia Pepe
  • Il bando di Gianluca Sportelli
  • Kalif di Raffaello Cusaro
  • Lutto di civiltà di Pierluigi Ferrandini
  • Mimmo, Mimino e Mimì, ossia Domenico Modugno di Antonella Sibilia e Michele Roppo
  • OTNARAT – Taranto a futuro inverso di Nico Angiuli
  • Poppitu di Roberto De Feo e Vito Palumbo
  • Salento terra di popoli di Paola Manno
  • Vituccio, terra e canti di Matteo Greco



Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.