Bat Card, una “sana” abitudine per consumatori e aziende

Iniziative

Più di 100 esercenti associati

«Diventare un’abitudine quotidiana era il nostro obiettivo e posso dire che in nove mesi ci siamo riusciti», dice Cristian Pierro, amministratore della prima tessera sconti della sesta Provincia pugliese, la Bat Card.
«Sono più di cento – continua- le attività commerciali che sono entrate a far parte della famiglia Bat Card (cinema, negozi, ristoranti, centri medici…) e più di ventimila le persone che conservano ormai gelosamente la propria tessera esibendola ad ogni acquisto».
Una tessera gratuita che si può ricevere a casa con un semplice click (maggiori informazioni sul sito www.overcard.info).
«Capita sempre più spesso che i nostri bat-consumatori – racconta Pierro – tirino fuori la card e chiedano al negoziante di turno: “scusi ma lei non è ancora nel circuito Bat Card? E che aspetta?!” questa è la più grande soddisfazione».

«E sono tante le novità degli ultimi mesi – annuncia l’amministratore – innanzitutto la media-partnership con Tele Sveva, un emittente che ha sposato in toto la filosofia Bat Card diventando un palcoscenico preferenziale per far veicolare le continue bat-promozioni; ma l’ultimissima novità è però nell’ambito della formazione professionale».
«È infatti attiva la nuova partnership tra Bat Card e l’Istituto Gestalt di Puglia S.r.l. – conclude – l’unico ente presente sul territorio che si occupa di “Educazione Continua in Medicina”; grazie a questo storico accordo tutti i soggetti, sia dipendenti che convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale, le strutture private e i liberi professionisti potranno accedere ad una particolare convenzione-scontistica Bat Card per ciò che attiene ai corsi di aggiornamento obbligatori per legge».



Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.