Barletta vuole ricordare le vittime del crollo di via Roma

Iniziative

Sono passati due anni da quel tragico 3 ottobre. Due anni passati a chiedersi perché è successo? Perché il crollo di una palazzina di via Roma ha stroncato la vita di cinque ragazze? Perché i sopravvissuti, coloro che per fortuna, data l’ora, non erano in casa, hanno perduto le loro abitazioni e tutti i loro averi?

Barletta non dimentica, anzi vuole ricordare, sperando che il ricordo serva, non solo ad onorare quelle vittime innocenti, ma anche a far sì che un episodio del genere non si verifichi mai più.

crollo-barletta-via-roma

Tina, Matilde, Giovanna, Antonella e la piccola Maria saranno commemorate con un minuto di silenzio allo scoccare delle 12,21, l’ora fatale in cui avvenne il crollo. Il Sindaco Cascella chiede che quel minuto di raccoglimento sia rispettato nelle scuole, negli uffici pubblici e nei luoghi di lavoro. Inoltre il primo cittadino, con la Giunta comunale e le autorità militari, saranno presenti presso l’Aula Magna del Liceo Classico di Barletta per riflettere e discutere insieme agli studenti di quel triste giorno.

Domani sera, alle ore 19:00, invece, sarà celebrata una messa in suffragio per le vittime, nella chiesa di San Giacomo, a cui potrà partecipare tutta la cittadinanza. Al termine della santa messa, dalla chiesa partirà un corteo silenzioso verso il luogo del crollo, dove, alla proiezione di un video, seguirà un momento riflessivo voluto e organizzato dal gruppo “Boàenerghes” della parrocchia di San Giacomo Maggiore.

L’iniziativa è stata fortemente sostenuta dall’Associazione Onlus “Verità e Giustizia” che, in collaborazione con il Consorzio “5 Stelle”, ha realizzato una targa marmorea che consegnerà nella serata di domani.

Il 3 ottobre rappresenta un giorno di dolore per tutta la città, una ferita che mai si rimarginerà e che ci lascia attoniti a pensare a come, in un momento, la vita può cambiare.



Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.