“Liberestate”, l’importanza della letteratura e dell’arte visuale

Eventi


Una stanza senza un libro è come un corpo senza anima” scriveva Cicerone. Quest’antica frase è ancora molto attuale. La letteratura e l’arte hanno un’importanza primaria nella crescita di tutti noi. Dunque è fondamentale che ogni individuo consulti vere opere d’arte che gli permettano di formarsi nel migliore dei modi.
È questo l’intento di “Liberestate”, l’evento tutto dedicato alla letteratura, agli adolescenti e all’arte visuale che si terrà a Barletta a fine agosto. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione culturale “Liberincipit” con il patrocinio del Comune di Barletta, prevede tre incontri dedicati all’amore per la lettura e al mondo dei giovani. L’idea nasce dalla volontà di coinvolgere i più piccoli ma anche gli adulti per fargli scoprire il mondo magico e affascinante che può nascondersi in ogni singolo libro o video.

Ogni libro che leggiamo ci è stato donato da una mente ingegnosa che ha deciso di condividere con noi pensieri, emozioni, paure e ci serve per il resto della nostra vita, perchè ogni pagina è immagazzianta nella nostra mente.

In ognuno dei tre incontri, che si terranno nella Corte del Palazzo della Marra, gli ospiti avranno la possibilità di incontrare scrittori e artisti di vario genere ed assistere a bellissimi spettacoli.

liberestate

Programma

Il 27 agosto 2013 alle ore 20.00 è in programma lo spettacolo “Parigi (Barletta) senza passare dal via”, di cui Francesco Forlani è autore ed interprete e che è tratto dal suo omonimo romanzo “Parigi senza passare dal via” (ed. Laterza). Ad allietare lo spettacolo ci saranno le musiche di Alex Terlizzi, al pianoforte e Raffaella Distaso, alla voce.

A precedere lo spettacolo ci sarà l’introduzione a cura di Ester Alfarano la quale eslicherà il progetto dell’Associazione “liberincipit” intitolato “La Disfida della Cultura”. L’idea nasce dalla volontà di confrontare letteratura, arte e enogastronomia italiana per scoprire i punti di incontro e scontro tra le diverse aree.

Francesco Forlani è nato a Caserta nel 1967 e vive tra Parigi e Torino. Ha collaborato a riviste come Baldus Atelier du Roman , News from the Republic of letters , Reportage, Corriere Nazionale, e la rivista Sud. È redattore del più importante blog letterario italiano: Nazione Indiana Ha pubblicato Métromorphoses , Il manifesto del comunista dandy Blu di Prussia ,Autoreverse Chat noir (disegni di Raffaella Nappo; Manhattan Experiment. Ha portato in scena (Torino, Milano, Bologna, Napoli, Caserta, Lerici) l’operetta Patrioska e Cave canem. Ultime pubblicazioni, il racconto erotico, Il compasso, Il libro di poesie “Il peso del Ciao”. A Febbraio 2013 è uscito per Laterza “Parigi senza passare per il via”. Conduttore insieme a Marco Fedele del programma radiofonico Cocina Clandestina, fa parte della nazionale scrittori Osvaldo Soriano Football Club. Nel 2013 ha ricevuto il “Premio Montale” per la letteratura.

Il 31 agosto 2013 alle ore 20.00, ci sarà lo spettacolo “Semi di parole”, di e con Antonio Ferrara, tratto dal suo romanzo “Ero cattivo”, insignito del Premio Andersen 2012.
Anche in quest’occasione prima dello spettacolo ci sarà l’intervento di Ester Alfarano che presenterà il progetto dell’Associazione “liberincipit: “Semi di Parole”. Si tratta di un festival che si terrà nel 2014 tutto dedicato ai ragazzi che si concentra soprattutto sulla letteratura e sull’illustrazione dei libri per ragazzi.

Antonio Ferrara è nato a Portici (NA), nel 1957. Ha conseguito il diploma di maturità in arte applicata, lavorando poi come grafico. Vive e lavora a Novara.Ha partecipato a numerose personali e collettive di pittura e di illustrazione tra cui New York, Barcellona, Montreuil, Bordeaux, Teheran, Tokyo, Hiroshima, Osaka, Nagasaki, Innsbruck, Milano, Venezia, Torino, Genova, Bologna, Napoli, Trieste, Bari, Novara, Vercelli, Bergamo.Ha pubblicato con diverse case editrici, come Mondadori, Salani, Interlinea, Falzea, Tolbà, Fatatrac, Artebambini, Nuove Edizioni Romane. Tiene laboratori di illustrazione e scrittura creativa “per emozioni” per ragazzi, insegnanti, detenuti, degenti, presso scuole, biblioteche, librerie, carceri, associazioni culturali, ospedali. Con “Ero cattivo” (ed. San Paolo) ha vinto il Premio Andersen 2012 per la letteratura per ragazzi.

Il 1 settembre 2013 alle ore 20.00, si avrà il terzo ed ultimo incontro intitolato “A man with a Plan” con Luca Maria Piccolo, fotografo e “film maker” in cui è prevista la proiezione dei suoi video “fashion”: Splendens, Amore Sacro Amor Profano, Kinderhaus, C’N’C’.

Luca Maria Piccolo è nato a Barletta, dove è rimasto fino all’età di 19 anni. Oggi ne ha 24 e vive e lavora, come film maker e direttore artistico, fra Londra e Milano. Dopo essersi laureato in Product Design al Politecnico di Milano si è stabilito nel 2011 a Londra, dove ha conseguito il Master of Arts in Fashion Photography alla University of Arts London e ha cominciato a realizzare video artistici di presentazione di moda, attirando su di sé l’attenzione della scena londinese e in particolare di Tokyo James del Rough Magazine. Dopo aver realizzato una serie di progetti per Rough UK, Luca è stato chiamato a lavorare per Rough Global ed è stato nominato Direttore di Arti Visuali per Rough Italia Magazine.