Il Balletto del Sud inscena la Bella Addormentata

Eventi


Un sabato dedicato all’arte della danza quello che propone l’8 marzo il Teatro Curci.

Torna nel suo luogo d’origine “La bella addormentata”, nella sua terra il Sud d’Italia, laddove Giambattista Basile ne “Lo cunto de li cunti” l’aveva fatta nascere e dove uno dei coreografi più noti in Italia, Fredy Franzutti, l’ha fatta tornare.

ok

Il grande coreografo, infatti, riprende il grande balletto classico sulla partitura di Ceikovskij ma lo ambienta nel suo Salento e in epoca moderna. La Principessa Aurora, diventa dunque, una frizzante ragazza mediterranea, il fuso che la punge, conducendola alla morte, viene sostituito dal più tradizionale morso della tarantola e il Principe che la sveglia, diventa un giovane studioso di antropologia che dopo cinquant’anni finalmente rompe l’incantesimo.

Lo spettacolo di Franzutti riscuote grandi successi sia di pubblico che di critica, fin dal 2000, anno in cui è andato in scena per la prima volta. Lo spettacolo, prodotto in due atti, mette in scena sedici ballerini del Balletto del Sud dalle elevata qualità artistiche e riproduce atmosfere magiche.
Il sabato sera barlettano dunque è totalmente immerso nella danza e nel mito, e regala agli spettatori momenti di pura bellezza artistica.
Non mancate!

Commenti

commenti