Derby Andria-Barletta. Un match fraticida per una salvezza sofferta

Eventi


barletta-andria

Domenica 2 giugno 2013, presso lo stadio “Degli Ulivi” di Andria, ha avuto luogo una vera e propria faida calcistica che ha visto come protagonisti la società biancorossa del Barletta e i giocatori biancocelesti dell’Andria.

Il Barletta batte l’Andria 1 a 0, conquistandosi la permanenza per l’anno 2014 nel girone B della Prima Divisione Lega Pro, mentre l’Andria si rimbocca le maniche per cominciare il nuovo campionato di Seconda Divisione che attende i giocatori e i tifosi, a partire da settembre. Il Derby della BAT è stato vissuto con grande entusiasmo, fra pianti, sorrisi, insulti e momenti di speranza, andati in fumo per gli andriesi che incassano la seconda pesante sconfitta, dopo il 2 a 0 dell’andata subito a Barletta.

I cori della domenica cruciale hanno riempito lo stadio andriese di voci che all’unisono, mettevano in risalto la rivalità delle due città, rivali nel calcio e dal punto di vista geografico-amministrativo.

Fino alla fine, Andria e Barletta: questa è stata la frase più gettonata dei 90 minuti e altri tifosi hanno cantato a squarciagola rime di sfottò e rivalità.

Barletta, C1 abbiamo Creduto sempre! Questo è stato invece il messaggio che Allegretti e i suoi compagni recavano sulla maglietta per festeggiare la salvezza sofferta del Barletta biancorosso che, a quanto pare C1 ha creduto fino all’ultimo fischio dell’arbitro. Il “Degli Ulivi” di Andria si è colorato di rosso sbiadendosi del celeste che invece ha pervaso l’amarezza andriese: la squadra rivale è uscita di scena con applausi.