Da domani MusicArte: tre concerti gratuiti a Palazzo della Marra

Eventi

Una fusione perfetta tra arti sorelle è in programma nell’affascinante location dell’antico Palazzo della Marra.

MusicaArte è un appuntamento da seguire nell’ambito dei mercoledì musicali che la Pinacoteca “Giuseppe De Nittis”, in collaborazione con l’Associazione Cultura e Musica “G. Curci”, inaugura mercoledì 31 luglio alle ore 20,30.

In occasione della mostra esposta nell’antica palazzina storica dal titolo “La Collezione De Nittis: un dono alla città”, che espone le opere donate dalla moglie del grande pittore barlettano alla sua città, Barletta decide di allietare ancor più la visita accostando alla pittura la musica.

Tre i concerti, ad ingresso libero, che faranno da cornice all’esposizione, realizzati grazie all’Associazione Cultura e Musica “G. Curci”, la quale mette a disposizione la sua trentennale esperienza musicale di grande valore.

palazzo-della-marra-barletta

Programma

  • Mercoledì 31 luglio, ore 20,30 , di scena l’Ensemble Lirico “G. Curci”: Giovanni Mazzone tenore, Lucia De Bari soprano e Ruggiero Morelli al pianoforte, con un omaggio alla “Magia dell’Operetta” attraverso musiche tipiche dei Cafè chantant, echi de la Belle Epoque , passando dal Salotto al Tabarin“dal Salotto al Tabarin
  • Mercoledì 7 agosto, alle ore 20,30, appuntamento con il “Duo Faurè”, Pietro Doronzo al flauto e Pasquale Somma al pianoforte che ci accompagnerà nella melodia del paesaggio primaverile e romantico di un Mozart pieno di dolcezza e nei virtuosismi pieni di colori e romanticismo di Saint- Saens e Faurè
  • Mercoledì 28 agosto, nelle serata conclusiva, il Quartetto d’Archi “De Nittis” si esibirà con un omaggio al “L’Ottocento Romantico” del Verdi operista e con incursioni nel repertorio contemporaneo.

La magia della fusione tra due arti raffinate come la pittura e la musica renderanno lo scenario in cui si esprimono ancor più incantevole. La Belle Epoque francese, di fine ottocento, accompagnata dalla dolcezza delle opere di Mozart e Verdi, saranno uno spettacolo imperdibile. Uno spettacolo che Barletta sceglie di regalare ai propri cittadini e non solo, cercando di valorizzare le proprie ricchezze e le proprie qualità.



Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.