A Barletta il “Festival delle donne” ricorda Carmela

Eventi

Barletta è impegnata nel sociale e lo fa raccontando storie di vita reale.

Domani si terrà, infatti, la seconda edizione del “Festival delle donne”, un’iniziativa voluta ed organizzata dalle attiviste della sezione locale del “Se non ora, quando?”, in collaborazione con il “Centro per la famiglia” e “La caramella buona onlus contro la pedofilia”.

L’incontro, che si terrà venerdì 21 marzo presso Studiomoda 17, Visual consulting & showroom, in Via dei Pini 51 a Barletta, a partire dalle 18:30, verterà su un tema caro alle associazioni locali su citate, per cui si battono dalla loro nascita: la violenza sulle donne.

Per discutere dell’argomento le attiviste impegnate nell’organizzazione dell’evento accoglieranno un ospite molto importante il Signor Alfonso Frassanito, il padre della piccola Carmela, morta all’età di 13 anni, gettandosi da una finestra, perché non riusciva a superare il trauma dovuto a ripetuti stupri subiti.
Oggi, questa ragazza è diventata un simbolo contro la violenza sulle donne e la sua triste storia è raccontata nella graphic novel “IO SO’ CARMELA – Storia di Carmela e della sua vita infranta”, realizzata da Alessia di Giovanni e Monica Barengo ed ispirata al diario segreto che la ragazza conservava gelosamente.

1

Scrivere e raccontare la storia di Carmela a sette anni di distanza, serve a dar voce al piccolo angelo, morto per la crudeltà altrui, e per far sì che storie come queste non si ripetano mai più.
Partecipare è importante per sensibilizzare l’opinione pubblica e per aiutare le vittime silenti a farsi avanti e denunciare gli abusi subiti, perché tenere tutto dentro potrebbe causare una ferita troppo grossa da sopportare e difficile da rimarginare.



Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.