Pasqua con i tuoi, pasquetta con chi vuoi!

Curiosità


Il titolo è un chiaro rifacimento del dettoNatale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi“. Perché? Perché pare che la maggior parte dei barlettani preferisca passare la Pasqua in famiglia e il giorno successivo con gli amici. È infatti la pasquetta il momento per stare con gli amici in trasferta o in campagna.

La pasquetta classica è quella che si trascorre solitamente in un villino, di famiglia o di qualche amico, ad arrostire la carne, a giocare a pallone, a cantare, a ridere in compagnia.
Kg e kg di carne vengono arrostiti a pasquetta, a Barletta in particolare la salsiccia di cavallo (assaggiata anche cruda), “a salsìzz ‘mbumàt“, ma non manca l’agnello (del giorno prima), tutto accompagnato da fiumi di vino.

L’alternativa alla campagna è la “scampagnata“, anche detta gita fuori porta.
Con gli amici o con la famiglia ci si organizza per andare ad Alberobello, per vedere i Trulli, oppure Castel del Monte o ancora i laghi sul Gargano, Castellana, insomma tantissime le mete che possono essere d’interesse barlettano per divertirsi e stupirsi di quello che ci circonda.
La scampagnata ovviamente è accompagnata da un comodo pranzo al sacco che prevede innumerevoli panini preparati con lungimiranza a casa.

Sia la pasquetta passata in campagna che la scampagnata, trascorsa tra le meraviglie pugliesi, devono essere rigorosamente accompagnate da una soleggiata giornata, elemento che quest’anno sembra incerto per via delle solite previsioni meteo che vanno in controtendenza ai desideri nostrani.
Infatti il meteo per questo week end mette pioggia e nuvoloso si può dunque solo auspicare che, come ogni previsione che si rispetti, il sole venga ad accompagnare la pasquetta nonostante i calcoli meteorologici.

Commenti

commenti