Maggio e il risveglio di antichi sapori

Curiosità

 

A maggio antichi sapori e tradizioni tornano alla ribalta a Barletta.

Vi presentiamo quattro piatti tipici di maggio, ossia: frittata con i “sardollini”; maggiaiole al forno; fave e piselli e riso, patate e cozze.

 

La frittata con i “sardollini”

in italiano sarebbero le alici piccole, è uno dei piatti preparati dalla popolazione “marinaresca” della Città.
Per preparare questo piatto bisogna infarinare le alici, dopo averle prima sciacquate, nel frattempo si fanno soffriggere in padella tre/quattro cipolle fresche tagliate a fette e infine si aggiunge il pesce.
Quando la parte bassa della “frittata” è abbastanza cotta, arriva il momento difficile: ruotare il tutto, per questo si consiglia di cucinare bene il fondo in modo tale da non rompere la pietanza.

 

Le maggiaiole al forno

sono le cipolle tipiche di maggio, quelle grandi, saporite e cariche d’acqua.
Averle sulla tavola di casa è semplicissimo, basta disporle in un tegame unto d’olio, metterci dei pomodorini tagliati e condire ancora con un filo d’olio da passare sulle cipolle e dare infine una spolverata con dell’origano. Dopo di che bisogna farle cucinare in forno fin quando non si dorano e poi servirle.

 

Fave e piselli

è un primo piatto barlettanissimo, di cui le due componenti, a cui chi vuole può aggiungerci riso o pasta in base ai gusti, sono dei veri e propri doni di stagione.
Per combattere la prima calura “estiva” questi due legumi infatti sono ottimi, perché pieni d’acqua come le maggiaiole. Trovarle in questo periodo dal proprio venditore ortofrutticolo di fiducia è semplicissimo.
Li si trovano già sbucciati o da sbucciare e poi basta lessarli e poi metterli nei piatti con un filo d’olio e così il primo più leggero al mondo è servito.

 

Riso, patate e cozze

C’è anche il remix su youtube tanto è conosciuta questa pietanza. A differenziare la versione barese da quella barlettana è la cozza. A Bari infatti la cozza viene cotta tra il riso e la patata con il guscio, invece a Barletta il guscio viene tolto e il mollusco si lascia libero di insaporire il tutto.

 

 

Insomma buona scelta e buon appetito a tutti.

Non dimenticate le patate novelle, anche loro sono di maggio. Piccole e tondeggianti, possono essere un appetitoso contorno se cucinate al forno rigorosamente con la buccia.



Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.