Le reti di Santa Maria

Curiosità


Quando il rammendo è per le strade

Non conoscete le reti di S. Maria?! Bisogna urgentemente sopperire a questa mancanza.
Parlo dell’abitudine dei pescatori, che abitano nel quartiere Santa Maria di Barletta, di rammendare le reti utilizzate per la pesca in mezzo alle strade della zona.
Santa Maria infatti è la zona storica degli uomini di mare, dalle strade bianche e strette, dai profumi intensi e antichi tanto che passeggiando nel centro storico può capitare di chiedersi se ci si trovi in Grecia o in Italia.

In questo quartiere sembra quasi che il tempo si sia cristallizzato. Le donne si parlano ancora da un balcone all’altro, la vita si svolge per le strade e sembra di ritrovarsi in un quadro di Guttuso.
E così quando il clima migliora, la vitalità e le attività che d’inverno sembrano esser andate in letargo si rigettano per queste stradine.

Una delle attività storiche che si possono ancora ammirare a Barletta è quindi quello del rammendo delle maglie delle reti rotte durante la pesca. Sembra quasi una danza delle mani che si agitano al suono de “Il volo del calabrone”.

«Le reti prima si lasciano asciugare al sole e poi si passa al rammendo» spiega Mario, anziano pescatore che lavora alla sua rete.
Solitamente le reti vengono fatte asciugare la mattina in Piazza Marina e poi portate in casa per il lavoro, che «può essere svolto – continua il pescatore – singolarmente oppure in gruppo» diventando così anche motivo di trasmissione di fatti e racconti come racconta Calvino: “e i tre vecchi che, seduti sul molo a rammendare le reti, si raccontano” (“Le città invisibili”).

Commenti

commenti