Le origini del dialetto barlettano

Curiosità

Il dialetto barlettano è una lingua che mi sorprende continuamente. Ho molta curiosità e vorrei conoscerlo sempre meglio.
Cominciamo col dire che l’idioma barlettano fa parte del gruppo più ampio di dialetto detto apulo-pugliese.
Trovandosi Barletta a metà strada tra la provincia barese e quella foggiana, il vernacolo locale ne è conseguentemente e inevitabilmente condizionato, includendo modi di dire tipici del capoluogo pugliese e altri dauni.

Così come questi altri due dialetti, anche quello barlettano deriva dal latino volgare. Ma la Puglia, si sa, per via della sua posizione geografica, è sempre stata terra di conquista e ha visto molto spesso avvicendarsi popoli diversi. Per questo motivo la base latina del nostro vernacolo ne risulta modificata, dando vita ad una mescolanza di termini dovuta alle conquiste dei normanni e degli svevi, degli spagnoli e dei francesi, degli arabi e dei greci che hanno dato vita ad un idioma ricco e vario.

dizionario-barlettano

Purtroppo però, con il passar del temo, la lingua dialettale, che si tramanda verbalmente di generazione in generazione subisce inevitabilmente un cambiamento, ha delle perdite irrecuperabili e molti termini sono sostituiti da altri più vicini all’italiano corrente.

Questi fenomeni che portano alla variazione dei suoni delle parole vengono studiati dalla linguistica italiana che ha individuato differenze rilevanti con il passare dei secoli. Ad esempio uno dei fenomeni di variazione più frequenti nel dialetto barlettano è quello delle vocali turbate oppure quello dei dittonghi e delle allitterazioni derivanti dalle vocali fratte, che consistono nella variazione di timbro e di apertura delle vocali toniche e tanti altri.

La cultura dialettale ha un’importanza fondamentale perché racconta la storia di una città e di un popolo definendone l’identità. Preservarla e tramandarla significa mantenere vive le tradizioni culturali di un determinato luogo, creando un ponte tra il passato e il presente. Non dimenticarla significa ricordare le radici e le origini da cui deriviamo.



Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.