Il ritorno del “Paraticchio”

Curiosità

paraticchio

Sarà un piacere per tutti i barlettani che amano la storia della propria città, vedere, dopo tantissimi anni, la restituzione delle Mura del Carmine, o Paraticchio. Ovvero una parte dell’antica cinta muraria della città di Barletta che versava in totale stato di abbandono.

Dopo anni di incuria finalmente viene restituita una delle più belle zone della Città della Disfida. Il muro dell’antico fortino e di tutta la zona circostante era ormai in una fase di continuo degrado. Un degrado non solo strutturale, che influiva anche socialmente.

L’apertura di questo meraviglioso squarcio barlettano darà la possibilità di vivere la città da un altro punto di vista. Attraverso una meravigliosa passeggiata, alla riscoperta delle nostre antiche mura con uno sguardo rivolto da ponente al “nostro” Mar Adriatico.

Il preludio alla Barletta turistica?

Molti ci sperano, alcuni ne sono convinti, in pochi lavorano da molti anni per costruire il sogno di una Barletta turistica. Mettiamo da parte i sogni di un insperato sviluppo legato alle industrie, stimolando invece la macchina del turismo attraverso la storia e la cultura di cui la città è ricca. Far tornare a vivere le strutture del passato, organizzando eventi, dare impulso all’offerta facendo crescere la domanda, puntando unicamente sulla cultura, spettacolo e divertimento, la città di Barletta non avrebbe eguali nel Mediterraneo.

Noi il “Paraticchio” di oggi, lo vogliamo vedere come il simbolo di una città che sta cambiando attraverso un processo di risanamento volto di una Barletta che faccia della sua storia un punto fermo per lo sviluppo turistico



Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.