Gli antichi rimedi della nonna contro il raffreddore

Curiosità


Come ben sappiamo, le nostre nonne e le nonne delle nostre nonne, adottavano dei rimedi naturali e, ormai quasi totalmente disusati, per curare qualsiasi tipo di malanno. Spesso mia madre, appellandosi alla saggezza popolare, tira fuori uno di quei consigli infallibili a cui oggi non crediamo più, abituati come siamo ad assumere farmaci a volte anche superflui.
Interessantissimo e anche divertente, è riscoprire quegli antichi rimedi per capire anche come si viveva un tempo.
Oggi ho deciso di darvi questi consigli spesso molto utili e naturali per rimettersi in forma.

RAFFREDDORE E CONGESTIONE NASALE

Tantissimi sono i modi, secondo le nonne, di curare il raffreddore senza ricorrere ad aspirine e compresse varie.

Partiamo dalla prevenzione. Tutti sappiamo che nel periodo invernale, quello in cui si è più a rischio, un modo semplice e gustoso per prevenire il raffreddore è bere una spremuta d’arancia ogni giorno. Ricche di vitamina c, le arance garantiscono un minor rischio d’infezione.

Una volta che il virus è stato contratto sono tanti altri i rimedi che le nonne ci tramandano.
I suffumigi sono importantissimi ed essenziali per la pronta guarigione. Ancora oggi è un rimedio che usiamo non appena sentiamo i primi pizzicori alla gola e il naso chiuso.

1

Come si preparano?
Mettete sul fuoco una grande pentola con l’acqua e lasciate che arrivi ad ebollizione. Versate l’acqua bollente in una bacinella e metteteci del sale grosso. Copritevi la testa con un asciugamano e respirate i vapori finché l’acqua non si raffredda. Al sale grosso spesso viene sostituito del bicarbonato o delle essenze come eucalipto e menta. Ripetete “l’esperimento” per 3 o 4 giorni, anche più volte al giorno, e vedrete che risultato!
Considerati un ottimo rimedio per liberare le vie respiratorie e per dar sollievo, i suffumigi sono anche ottimi rimedi per liberarsi dalle impurità del viso.
Al termine, dunque, non solo avrete riacquistato l’olfatto, ma mostrerete anche una pelle liscissima.

Per quanto riguarda l’alimentazione, le nonne consigliano di ingerire cibi caldi e leggeri, in particolare il brodo di pollo. Oltre a questo sono due gli alimenti consigliatissimi per una persona raffreddata: aglio e cipolla. Considerati veri e propri antibiotici e antibatterici naturali, si consiglia di ingerire questi due ortaggi preferibilmente crudi. L’aglio crudo, specialmente sotto forma di estratto, è anche vasodilatatore quindi serve anche per coloro che hanno il colesterolo alto.

Spesso il raffreddore è anche accompagnato dal mal di gola. Sono diversi i rimedi per guarire quella fastidiosa sensazione che genera. Una semplice e deliziosa tazza di latte caldo con il miele è uno di questi, o, in alternativa, un ottimo metodo è mangiare due fette di limone con abbondante zucchero. La spremuta di limone è efficace anche senza zucchero e aggiungendo dell’acqua. Anche le tisane e gli infusi sono ottimi, in particolare quelle di malva e sambuco, che i nostri nonni raccoglievano in campagna e lasciavano essiccare al sole, per usarli d’inverno.

La congestione nasale e il mal di gola possono essere curati anche con gli alcolici. Sì, avete letto bene! Vino rosso caldo o rum con miele e limone, sempre caldo, sono ottimi quando si hanno i brividi di freddo e le vie respiratorie congestionate. Provate ad inalare i vapori prima di berli e vi sentirete subito liberi.

Con un raffreddore forte e duraturo, spesso a furia di soffiarci il naso, questo si screpola provocando arrossamenti e dolori. Quando questo avviene prendete un cucchiaio e versateci dell’olio di oliva, risaldatelo per qualche secondo sul fuoco e, evitando di scottarvi, stendete l’olio con le mani sulla zona dolorante. Lo stesso consiglio è valido per curare le labbra spaccate dal freddo.
Tanti altri sono i rimedi naturali contro qualsiasi tipo di malore….le nonne avevano un consiglio giusto per tutto e la loro saggezza ancora oggi produce giovamento a chi le si affida.
Provate questi cosigli o consigliatemene altri che sicuramente non ho scritto…
Buon inverno a tutti!