Apulia Slow Coast, un viaggio in pedalò fa tappa anche a Barletta

Curiosità

Da Marina di Lesina a Marina di Ginosa si estende la costa pugliese per 784 km. Ed è questa la lunghezza del viaggio di Apulia Slow Coast, un progetto che racchiude in sé la voglia di scoprire la Puglia.
Un viaggio in pedalò lungo quindici giorni durante il quale il suo ideatore, Michele Guarino, nato in Campania ma pugliese di adozione, intende dare una risposta alla domanda: “Com’è la nostra regione vista dal mare?”. L’idea parte dal desiderio di questo giovane architetto campano di mettersi alla prova e conoscere la regione che lo ospita e che che è ancora sconosciuta ai suoi occhi, una terra affascinante e misteriosa.

L’insolito viaggio è partito domenica 25 agosto ed utilizza come mezzo di trasporto un piccolo pedalò giallo su cui il l’architetto/pedalatore evade dalla frenesia della vita quotidiana ascoltando tante nuove storie. A bordo della sua imbarcazione, infatti, Michele accoglierà tanti personaggi diversi, eccellenze della nostra regione, che avranno l’opportunità di raccontare il loro paese e la loro costa, con le gioie e i dolori che derivano dal vivere in questa terra.

Il viaggio è anche un’occasione per riflettere sui cambiamenti della regione pugliese, dell’evoluzione di questa terra che è occidentale e orientale allo stesso tempo e che costituisce un ponte tra sud e nord del mondo, incontro di culture, razze e religioni diverse provenienti dal Mediterraneo.

apulia-slow-coast

Barletta è una delle tappe del tour

Il pattino proveniente da Manfredonia approderà anche a Barletta, in una tappa prevista per il 28 agosto. A seguire questo moderno Ulisse lungo la sua traversata diversi filmaker e comunicatori che lo aiuteranno nel suo viaggio e che raccoglieranno le testimonianze incuriositi dalla scoperta del territorio costiero pugliese. Il progetto Apulia Slow Coast diventerà, infatti, anche un film documentario, una produzione indipendente che racconterà tutto il tacco d’Italia, lungo 423 miglia marine.



Ti è piaciuto l'articolo? Clicca mi piace o condividilo su Facebook con i tuoi amici.